E’ l’ora della merenda… giochiamo?

La prevenzione del rischio soffocamento da cibo nel bambino
9 January 2019
Show all

E’ l’ora della merenda… giochiamo?

Lo spuntino di metà mattina e la merenda di metà pomeriggio sono pasti molto importanti per una giornata alimentare corretta e bilanciata. I bambini dovrebbero consumare tutti i giorni uno spuntino a metà mattina e uno a metà pomeriggio, anche se molto spesso, per motivi di mancanza di tempo o abitudini scorrette, si tende a saltare gli spuntini e consumare una quantità di cibo eccessiva durante i pasti principali. Ecco che entra in gioco l’importante relazione tra cibo e gioco, per proporre alternative di merende gustose, sane ed equilibrate e per imparare a conoscere e passare del tempo con i nostri bambini… divertendosi insieme!

E’ l’ora della merenda… 5 regole d’oro per i genitori

  1. Proponi sempre una merenda a metà mattina e una a metà pomeriggio a tuo figlio per non farlo arrivare troppo affamato ai pasti. Può essere utile consumare lo spuntino insieme, così da dare il buon esempio.
  2. Scegli la merenda giusta: limita il consumo di prodotti confezionati ipercalorici e ricchi di grassi come ad esempio merendine, patatine, snacks confezionati, dolcetti industriali e bevande zuccherate quali thè in brick, cola, aranciate e succhi di frutta con zuccheri aggiunti. Prediligi invece una merenda equilibrata e sana; alternative valide possono essere uno yogurt, un frutto, una fetta di pane e olio o con pomodoro, un pacchetto di crackers integrali, una fetta di pizza rossa del fornaio, una fetta di dolce fatto in casa.
  3. Abitua tuo figlio alla giusta quantità di alimenti e a mangiare solo quando ha fame e non quando si annoia o mentre svolge altre attività, come guardare la televisione o giocare al computer.
  4. Proponi la merenda al bambino senza aspettare che sia molto affamato; in tal caso il rischio è quello di mangiare troppo e di non avere poi la giusta fame a pranzo o a cena.
  5. Coinvolgi il bambino nella preparazione della merenda: questo lo renderà più consapevole di quello che sta per consuamare e sarà un’ottima occasione per passare del tempo insieme!

Giochiamo?

Il gioco è salute: per i bambini e i ragazzi è indicata almeno un’ora di attività fisica ogni giorno; i giochi di movimento all’aria aperta dovrebbero essere un’abitudine quotidiana che integra un’attività fisica strutturata. Il gioco è inoltre un modo per stare insieme, permettendo al bambino di socializzare combattere la sedentarietà spesso associata all’isolamento. Giocare può essere un modo per comunicare, relazionarsi, imparare cose nuove, conoscersi, condividere regole e tempo, il tutto divertendosi in allegria! Il gioco è tradizione… molti dei giochi all’aria aperta non richiedono alcuna attrezzatura specifica e sono gli stessi che facevano i nostri genitori e nonni; possiamo giocare con i nostri bambini e tornare ad essere noi stessi bambini con loro. Preparare e consumare la merenda insieme, giocando e divertendosi, è un modo ottimale per insegnare ai nostri bambini buone abitudini, oltre all’importanza della condivisione e dello stare insieme.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *