Obesità pediatrica: la prevenzione

Ragazzinsieme, vacanze nei luoghi più belli della Toscana
10 May 2018
L’alimentazione del bambino in età scolare
27 June 2018
Show all

Obesità pediatrica: la prevenzione

Obesità e sovrappeso hanno un’elevata prevalenza nel bambino e negli ultimi decenni tali condizioni hanno subìto un ulteriore incremento. Il bambino obeso ha un maggior rischio di patologie in comorbilità quali ipertensione, dislipidemia, diabete mellito e disturbi del comportamento alimentare; inoltre l’obesità in età pediatrica tende a persistere in età adulta con una probabilità che varia dal 40 all’80%. Queste evidenze suggeriscono l’importanza della PREVENZIONE per limitare l’insorgenza di sovrappeso e obesità e le complicanze mediche associate. L’obesità è una malattia multifattoriale, pertanto gli interventi preventivi dovrebbero essere attuati su tutti i fattori concausali e dovrebbero essere indirizzati a tutti i bambini fin dalla nascita, soprattutto se con familiarità per obesità.

Le azioni preventive raccomandate sono:

  • Promuovere/sostenere l’allattamento al seno protratto il più a lungo possibile. Sostenere un’alimentazione complementare (divezzamento) a contenuto limitato di proteine soprattutto animali.
  • Evitare di utilizzare il cibo come premio, castigo o per calmare stati di irrequietezza indipendenti dal bisogno di mangiare.
  • Consumare regolarmente un’adeguata colazione al mattino.
  • Consumare il maggior numero possibile di pasti in famiglia, possibilmente assieme ai genitori.
  • Limitare il consumo di alimenti ad alta densità calorica.
  • Educare il bambino a soddisfare la sete bevendo acqua evitando le bevande dolcificate e l’uso dei succhi di frutta come sostituti della frutta.
  • Incrementare il consumo di frutta, verdura e legumi nell’alimentazione abituale della famiglia (si consiglia di consumare 5 porzioni al giorno tra frutta e verdura e di assumere legumi 3-4 volte alla settimana).
  • È consigliata una dieta ricca in fibre e calcio, ed equilibrata in termine di macro e micronutrienti.
  • L’energia fornita da lipidi, carboidrati e proteine deve essere in quantità appropriate rispetto all’età.
  • Limitare l’uso complessivo di TV, computer e videogames a non più di 2 ore al giorno dopo i 2 anni di età, selezionando programmi di qualità ed evitare la video esposizione nei bambini di età inferiore ai 2 anni; spegnere la TV durante i pasti e non permettere la TV o il computer nella stanza da letto dei bambini.
  • Incentivare il più possibile il gioco attivo e il movimento all’aperto.

BIBLIOGRAFIA: Standard Italiani per la Cura dell’Obesità SIO-ADI 2016-2017

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *